Raccolta e lavorazione extraECO

50.png

Raccolta e Lavorazione ExtraECO

Là dove i primi rilievi dell’Appennino incontrano la Pianura Padana e il Mare Adriatico si è sviluppato nei secoli un paesaggio unico, perfetto per la coltivazione di rigogliosi oliveti.

Gli olivi secolari di antiche varietà autoctone affondano le loro salde radici sui dolci pendii delle colline riminesi, prosperando baciati dal sole e accarezzati dalla brezza marina.

Olio extra vergine di oliva a Rimini dal 1968

Le olive giungono alla giusta maturazione a partire dalla metà di ottobre, iniziando a virare dal verde intenso al violaceo fino a divenire completamente nere tra novembre e dicembre.

La raccolta del frutto deve avvenire senza lacerare la buccia per evitare attacchi fungini; la raccolta a mano (brucatura) o con macchine scuotitrici supportate da grandi reti sollevate da terra rappresentano le modalità migliori per la qualità finale dell’olio.

Per evitare fenomeni post-raccolta di fermentazione le olive raccolte sono sistemate in grandi contenitori forati (bins) e si procede in tempi brevissimi alla trasformazione (24-48 ore dalla raccolta).

Impianto a ciclo continuo ExtraECO

Le fasi della lavorazione extraECO

  • 1 DEFOGLIAZIONE E LAVAGGIO

  • 2 FRANGITURA AD OPERA DEL FRANGITORE A MARTELLI A BASSISSIMI GIRI

    I frangitori a martelli di ultima generazione macinano l’oliva in pochissime frazioni di secondo, riducendo la possibilità di surriscaldamento. Si ottiene così la pasta di oliva, una pasta piuttosto omogenea che comprende in sé tutte le parti dell’oliva (olio, polpa, buccia, nocciolo).

  • 3 GRAMOLATURA CON PROTOREATTORE

    Il Protoreattore è un macchinario rivoluzionario che porta la pasta di oliva alle condizioni ottimali per l’estrazione dell’olio in tempi molto rapidi. La temperatura è tenuta costantemente inferiore a 27°C.

  • 4 ESTRAZIONE A DUE FASI CON ESTRATTORE LEOPARD

    Separazione dell’olio dalla polpa e dal nocciolo. Operazione effettuata senza aggiunta di acqua ottenendo come risultato un olio più profumato e più ricco di polifenoli. I sottoprodotti (polpa umida e nocciolino secco) sono destinati al riutilizzo nell’economia sostenibile.

  • 5 SEPARATORE CENTRIFUGO VERTICALE

    Ultima rifinitura per ottenere un prodotto ancora più puro e perfetto.

  • 6 FILTRAGGIO A COTONE PER CADUTA

    Alcuni tra i nostri oli extra vergine di oliva vengono filtrati a cotone, come il DelicatEVOle e l’Arimolio; mentre altri sono lasciati decantare naturalmente, come il Mosto o il Biologico.

  • 7 CONSERVAZIONE IN CISTERNE ACCIAIO INOX SOTTO AZOTO A TEMPERATURA CONTROLLATA

    Solo così l’olio si mantiene fresco e fragrante fino alla campagna olearia successiva. Anche il contenuto di polifenoli resta più costante nel tempo.

  • A ANALISI CHIMICHE

    Valore di acidità sempre inferiore allo 0,4%, ben al di sotto dei limiti di legge (0,8%). Valore nutrizionale, espressione diretta dell’alto contenuto di polifenoli (potenti antiossidanti).

  • E EXTRAECO, ZERO RIFIUTI

    Tutti gli scarti derivanti dalla lavorazione dell’oliva sono reimpiegati come fonte di energia rinnovabile per un sistema economico più sostenibile.

Guarda il video

Vuoi saperne di più?

Acido Oleico: una molecola dalle proprietà benefiche straordinarie
Acido Oleico: una molecola dalle proprietà benefiche straordinarie

Acido Oleico: una molecola dalle proprietà benefiche straordinarie Acido Oleico L’Acido Oleico presente nell’Olio Extravergine di...

Continua
Extravergine di Oliva e prevenzione degli eventi vascolari
Extravergine di Oliva e prevenzione degli eventi vascolari

Extravergine di Oliva e prevenzione degli eventi vascolari Che cos’è un evento vascolare Quando qualcosa ostruisce il ramo di un vaso...

Continua
Dieta Mediterranea: uno studio italiano per la Terza Età
Dieta Mediterranea: uno studio italiano per la Terza Età

Dieta Mediterranea: uno studio italiano per la Terza Età Premesse Negli anni ’50 il fisiologo statunitense Ancel Keys, dopo essersi...

Continua